header

€ 0 to € 1,500,000

Altre caratteristiche
Advanced Search

€ 0 to € 1,500,000

Altre caratteristiche
Your search results

Diamante

diamanteDiamante

Era un piccolo villaggio di pescatori che venne notevolmente incrementato dagli abitanti dei paesi vicini che abbandonavano le loro case distrutte dal tremendo terremoto del 1638.
La chiesa dell’Immacolata (parrocchiale), è sita nella parte più antica del paese, vicino alla vecchia torre costiera. Fu eretta verso il 1645 nel luogo ove si era già insediato un primo nucleo abitativo per volere del principe Carafa il quale, oltre al suo palazzo, aveva fatto edificare case per i suoi vassalli addetti alla coltura della canna da zucchero. Al posto della parrocchiale, vera una cappella dedicata al Purgatorio e le funzioni principali erano a cura della chiesa di San Nicola. Quando quest’ultima fu profanata “dal bargello del principe e perciò sconsacrata” venne eretta la chiesa dell’Immacolata col concorso di tutti i cittadini e, in primo luogo, dalle famiglie più agiate che contribuirono in misura maggiore. Tale interessamento è ancor oggi testimoniato dai numerosi stemmi posti nelle loro cappelle di jus patronato (De Luna, presbiterio a sinistra; Perrone, quarta capp. sinistra; Leporini, terza capp. destra; Brancati, quarta capp. destra). Dal 1757 al 1787 furono eseguite altre opere tra cui, la più consistente, è costituita dall’aggiunta dell’attuale abside a cura di Saverio Leporini.
La chiesa è a pianta rettangolare con cantoria alla quale si accede mediante scala a chiocciola. La parete sinistra contiene tre altari; la destra, quattro, con fonte battesimale in marmo del 600 proveniente dalla vecchia chiesa di San Nicola, e piccolo pulpito del 1881, in marmo bianco, opera di artieri calabresi. Il campanile ha due campane del 700. La volta è a botte. Nel presbiterio, a sinistra, statua lignea di anonimo statuario meridionale del sec. XVIII, raffigurante San Pasquale di Baylon; a destra, statua di Santa Lucia avente le stesse caratteristiche della prima. L’altare maggiore è composto da marmi bianchi e policromi provenienti da diverse botteghe di marmorari napoletani; venne eretto nel 1787 e rifatto verso la metà dell’800. Lo sportello del ciborio, in argento, è opera di Gabriele Sisino del 1856. Numerose le statue: l’Assunta (abside) del sec. XVIII; San Giovanni Battista di bottega napoletana del 700; San Nicola di Bari, di bottega napoletana del 600 (posto nella contro facciata); S. Francesco Saverio (primo altare a sin.); Madonna del Carmine del sec. XIX (quarto altare destro); Madonna del Rosario del sec. XVIII, (secondo altare destro); San Francesco di Paola del sec. XVIII (secondo altare sin.); Madonna Addolorata del sec. XX; Sant’Anna e la Vergine del sec. XIX; la Madonna del Carmine del sec. XVIII.
Tutte le opere sono in legno frutto dell’arte di statuari meridionali. In evidenza, due acquasantiere rispettivamente in marmo grigio del sec. XVI e in marmo nero venato del sec. XVIII. In sagrestia, paramenti sacri e argenteria di buon livello tra cui un calice del 1882 e una navicella; inoltre, un dipinto olio su tela del sec. XVII raffigurante la Madonna del Rosario tra San Domenico e Santa Caterina.

 

Eventi

Festival del peperoncino” o “Peperoncino Festival“, rassegna culturale e gastronomica che ha luogo a Diamante sin dal 1992. Il festival è stato ideato dal giornalista Enzo Monaco in occasione del cinquecentenario della scoperta delle Americhe, evento che ha dato inizio all’importazione in Europa del peperoncino, comunemente utilizzata nella cucina calabrese.

La manifestazione si svolge solitamente nei primi giorni di settembre e dura circa una settimana, nella quale si svolgono le degustazioni della mostra “Mangiare Mediterraneo“, i “Laboratori piccanti“, le mostre, il cabaret, la “Rassegna del cinema piccante“, la presentazione di libri, la premiazione della migliore tesi di laurea sul peperoncino e anche convegni medici.

A Diamante ha inoltre sede l'”Accademia italiana del peperoncino” che conta migliaia di associati in tutto il mondo.

  • Ricerca avanzata

    € 0 to € 1,500,000

    Altre caratteristiche

Confronta